RSS

Twitter: è stato bello finché è durato

08 Mag

Nei giorni scorsi scrivevo di screenshoot, e della possibilità di portare allo stesso livello comunicativo grandi giornalisti e vip in genere e “persone comuni” grazie all’uso dei social network.
Oggi l’abbandono di Twitter da parte di Enrico Mentana mi da la possibilità di riflettere sull’altra faccia della medaglia, e cioè che tutti adesso sono in grado di far sentire la loro voce,moltiplicando grazie alla massa la forza della loro parola, anche quando la ragione non si trova dalla loro parte (indipendentemente dal caso Mentana).
Problema grosso e importante dell’uso dei social network da parte di tutti come strumenti comunicativi,o addirittura di giornalismo amatoriale (lo so, dovrei tacere visto che sto scrivendo sul mio blog amatoriale) è proprio la perdita della professionalità giornalistica.
Accertare la fonte. Accertare e confutare la notizia. Informarsi prima di commentare senza andare per sentito dire (stile bar), evitare il (re)linkaggio selvaggio ecc.
Tutti problemi che, a mio avviso, rispondono a chi ancora si chiede se sia necessaria la figura del giornalista professionista.
D’altronde la democraticità di questi strumenti ha i suoi lati positivi e i suoi lati negativi, si tratta di accettarli o tirarsene fuori. Impensabile applicare censura di qualunque sorta, tanto meno insegnare una certa educazione all’uso di strumenti del genere, Twitter e Facebook su tutti, a tutti i suoi utilizzatori.
Manca forse una certa cultura della dialettica, del confronto rispettoso e informato, che tanto è importante in ambito democratico (e NON parlo di inciuci eh, tranquilli). Magari anche una certa cultura del giornalismo, per usare strumenti che in qualche modo gli si avvicinano, non guasterebbe.
Chi scrive per professione sa che uno dei limiti da tenere sempre presente è infatti quello del diritto, vedi i reati a mezzo stampa.
Chi scrive e utilizza per passione o divertimento social network e simili, potrebbe almeno attenersi al limite dell’educazione e della certezza dei fatti prima che il suo cinguettio si unisca allo starnazzare generale.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 maggio 2013 in Commenti, Nuovi Media

 

Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: