RSS

“Pur di non cadere nelle mani della sinistra”

10 Ott

L’Amaca

di Michele Serra, 10/10/2012

“Impedire che il Paese cada in mano alle sinistre” è il solo concetto di senso (quasi) compiuto che Silvio Berlusconi riesce a esprimere nella modesta intervistina video dove annuncia che non si ricandida. Lo dice sei o sette volte, come un mantra, lo stesso mantra che ha ripetuto per vent’anni. Tutto il resto (il nuovo miracolo italiano e le altre comiche frottole) servivano solo a simulare una polpa attorno a quel nudo osso, sola vera sostanza del ventennio: bloccare la sinistra, batterla, tenerla lontana dal potere. Ci è riuscito, vuoi per l’indubbio vantaggio di agire in un paese conservatore, vuoi per la pochezza e la confusione della famigerata sinistra. Alla quale però, tra i tanti torti, non è lecito rinfacciare l’antiberlusconismo: che è stato un’ossessione di riflesso, figlia dell’ossessione primaria, il berlusconismo, fatale contagio per i milioni di italiani disposti a votare per chiunque – perfino per uno come lui – pur di non “cadere nelle mani della sinistra”. Deve essere davvero molto antipatica, questa sinistra, per giustificare il fenomeno di un paese che ha preferito lo sfascio, la vergogna e il ridicolo pur di non scegliere lei.

Da La Repubblica del 10/10/2012.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 10 ottobre 2012 in (dis)informazione, Commenti, L'amaca, Politica

 

Tag: , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: