RSS

Attenti al…ma si può dire in TV?

05 Mar

Ho un piccolo dubbio, magari potete aiutarmi a risolverlo. Dell’ipocrita e ingiusta linea di comportamento della Chiesa nei confronti dei gay ero al corrente, e pur non essendo un fervido credente, è uno dei motivi per cui aspetto il ritorno di Gesù Cristo su questa Terra. Vederlo bacchettare i suoi stessi “sacerdoti”, che si riempiono d’oro e intolleranza quando lui stesso ha predicato povertà, uguaglianza, tolleranza e amore sarebbe per me una grandissima soddisfazione. Detto questo, chi è senza peccato scagli la prima pietra, quindi anch’io chiederò perdono dei miei peccati, dopo questo piccolo sfogo.

Ma non è l’atteggiamento della Chiesa che mi stupisce (non più, purtroppo) e solleva il dubbio, bensì il fatto che a tale linea di silenzio nei confronti dell’essere gay, e comportarsi da tale dunque, aderisca anche l’informazione. Mi spiego meglio; ho visto due telegiornali, diversi fra loro, diversa edizione del giorno, diverso editore e linea politica e giornalistica. Nonostante ciò in nessuno dei due si è apertamente detto che quell’uomo straziato, che leggeva i versi della canzone scritta dall’uomo che probabilmente amava (si, avete capito, anch’io sto parlando dei funerali di Lucio Dalla) era suo compagno, o amante, o fidanzato, o uomo o come volete chiamarlo. Può darsi anche che sia stato veramente solo un “amico”, per quanto intimo, ma ciò che mi tormenta è: se veramente si amavano come si amano una coppia di innamorati, perché non lo si può dire? Perché la TV non può dirlo? Da dove viene questa reticenza? Veramente in Italia, non solo la Chiesa, ma la società intera, non è pronta ad accogliere l’amore fra due persone il cui sesso è lo stesso?

Temo proprio di si. Per cui, oltre al ritorno di Gesù, aspetto si svegli la coscienza, l’intelligenza e la comprensione di molti miei concittadini. Nel frattempo, attenti al lupo!

 
2 commenti

Pubblicato da su 5 marzo 2012 in Commenti, Pensieri a voce alta

 

Tag: , , , , ,

2 risposte a “Attenti al…ma si può dire in TV?

  1. danip

    6 marzo 2012 at 11:16

    secondo me il punto è: se il tuo mestiere, le tue canzoni, la tua opera, sono roba pubblica, ben venga che dopo la morte se ne parli, ti venga rivoltata casa alla ricerca di inediti. E’ normale, è giusto che sia così.

    Se sei un personaggio pubblico ma hai deciso (ed è più che legittimo) di mantenere privati altri aspetti della tua vita, è bene, dopo la morte, tacere e basta.
    D’altronde Dalla non è mai stato “il paladino dei diritti gay”, “un etero mascherato”, “un gay che si vergognava a dirlo”, “frocio non dichiarato”. Le voci sulla sua sessualità le hanno messe in giro gli altri. Sono vere? Sono false? Non sono affari pubblici, punto e basta. Attribuirgli etichette ora mi pare una cosa parecchio brutta.

    D’altro canto non mi pare che si sappia granché di mogli e fidanzate di Ligabue e Vasco, per dire.

     
    • lucatan

      6 marzo 2012 at 14:28

      Sono d’accordissimo sul mantenere la riservatezza di chi ha scelto di non “esibire” i propri gusti e le proprie scelte sessuali, anche se personaggio pubblico, come sono consapevole della non ufficialità dell’omosessualità di Dalla. Il fatto è che mi sembra che certe cose non si possano dire non per scelta di chi è motivo d’attenzione, quindi in questo caso Lucio Dalla, ma per altri motivi. Probabilmente sono io che ho capito male le notizia, forse chissà, anche chi si è trovato a dover “definire” il ruolo di Alemanno si è trovato in difficoltà e quindi avrei dovuto tener conto anche di tale difficoltà.
      Per quanto riguarda l’etichetta non era poi mia intenzione attribuirne a nessuno, non penso che essere gay debba costituire un’etichetta, anche se mi rendo conto che spesso è così.

       

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: